Bonifica Fibre Artificiali Vetrose a Milano: Ecco chi chiamare

Bonifica Fibre Artificiali Vetrose a Milano: Ecco chi chiamare

Le fibre vetrose: che cosa sono e perché liberarsene

Questi materiali, chiamati comunemente con l’acronimo FAV, sono materiali che appartengono ad un’ampia famiglia di fibre artificiali inorganiche e che vengono utilizzati per diversi scopi.

Purtroppo questo non assicura la loro sicurezza, in quanto alcune tipologie sono classificate come scorie e per questo possono portare a dei rischi per la salute di chi vi si espone troppo.

Il loro livello di pericolosità dipende solitamente dalle dimensioni e dai materiali da cui sono composte, e possono portare a diversi danni fisici come l’irritazione delle vie respiratorie (portata dallo sfregamento dei materiali) fino al rischio cancro, che può essere contratto se si viene contaminati da fibre particolarmente tossiche.

Un quadro piuttosto grave, se si considera che le FAV sono materiali sottili che non sono, perciò, facili da smaltire.

Le aziende milanesi di bonifica per le FAV

Sono tante le aziende che operano a Milano e che permettono di effettuare la bonifica di Fibre Artificiali Vetrose.

Per la bonifica delle FAV, MBA Ambiente Milano, (sito web: www.mbamilano.it) si impegna a preparare l’ambiente con l’isolamento adatto per garantire la minima dispersione di materiale, e la loro azione prevede la mappatura e l’analisi delle singole scorie per poter agire al meglio.

La sede del gruppo é in Via Francesco Redi 23/A , Milano, e già sul sito internet di può fare richiesta per un preventivo gratuito senza impegno.

Gli esperti e la tempestività dell’intervento

Ricordiamo sempre che mai si deve ricorrere al fai da te quando si tratta di smaltire scorie tossiche, anche se in piccole quantità: così facendo non solo si mette a repentaglio la propria salute, ma si rischia di danneggiare in maniera irreparabile l’ambiente in cui si vive o lavora.

Non bisogna sottovalutare il pericolo dei materiali tossici, e bisogna sempre informarsi riguardo alla presenza o meno di questi ultimi nelle pareti.

In ultimo, mai dimenticarsi di lasciare l’ultima parola agli esperti, gli unici capaci di affrontare un’emergenza e di pianificare al meglio una bonifica accurata.